Nome: Riccardo III - 75 mm

Battaglia: Bosworth

Anno: 1485

Prezzo: 46,00€

Informazioni aggiuntive:

Nato a Castello di Fotheringhay il 2/10/1452, Riccardo fu incoronato il 6 Luglio 1483 e fu l’ultimo re d’inghilterra morto sul suolo britannico. Nel suo breve regno dovette affrontare ben due rivolte interne la prima nell’ottobre del 1483 guidata da Enrico Stafford, la rivolta fallì Enrico venne catturato e giustiziato il 2 Novembre a Salisbury. La seconda rivolta fu capitanata da Enrico Tudor il quale ebbe la meglio sul campo di battaglia di Bosworth il 22/8/1485. Riccardo accerchiato e sopraffatto non gli fu risparmiata la vita, venne ucciso lo stesso giorno, lo scheletro scoperto di recente nel parcheggio della città di Leicester il 25/8/2015 conferma ciò che la storia ci ha trasmesso. Sul cranio è presente una profonda ferita molto probabilmente quella che causò la morte e che lascia suppore che Riccardo non indossasse l’elmo. Il pezzo da noi riprodotto vuole ritrarre Riccardo nel momento finale della battaglia, nel kit sono presenti ben 3 teste e due armi differenti spada e martello da guerra, così da poter riprodurre un qualsiasi cavaliere dell’epoca.

 
 

Nome: Louis de Bourbon conte di Vendome - 54 mm

Battaglia: Azincourt

Anno: 1415

Prezzo: 55,00€

Informazioni aggiuntive:

Nell'Agosto 1415, 12000 Inglesi sbarcarono sulle coste normanne e dopo un periodo di assedio resero Harfleur il nuovo terminale via mare con l'Inghilterra. Un mese più tardi una grave epidemia colpì l'esercito di Re Enrico V costringendolo così a trasferire metà dei suoi uomini più a nord verso Calais. Intanto i Francesi avevano radunato circa 20000 uomini a Rouen pronti ad affrontare l'invasore. Dopo una notte trascorsa sotto la pioggia i due schieramenti si trovarono di fronte la mattina del 25 Ottobre in una vallata nei pressi di Azincourt. Il comando Francese schierò l'esercito su tre linee con la cavalleria in avanguardia, un nucleo centrale appiedato ed una retroguardia di balestrieri. Gli Inglesi -circa 6000 ed in cattive condizioni di salute si prepararono a fronteggiare le cariche avversarie disponendosi in un unica linea con gli arcieri alle estremità. Dopo diverse ore di attesa, Enrico V decise di avanzare gli arcieri a distanza di tiro al fine di provocare la reazione del nemico che giunse puntuale. La potente cavalleria francese lanciata alla carica rimase bloccata dal fango finendo decimata dal fitto lancio di frecce inglesi. La battaglia si trasformò così in un corpo a corpo risolto a favore degli Inglesi da una mossa insolita dei propri arcieri che lasciarono arco e frecce per gettarsi nella mischia armati di spade, scuri e mazze. I soldati Francesi, troppo lenti nelle loro pesanti armature divennero facile bersaglio per i ben più agili rivali privi di corazzatura. Lo scontro cruento portò a grandi perdite tra i soldati ma anche tra i nobili tra i quali il Duca d'Orleans e di Alencon per i Francesi e di York tra gli Inglesi. Quest'ultimo venne ucciso da un violento colpo alla testa, sorte che per poco non toccò anche al Re d'Inghilterra salvato solo dal suo elmo che, dal colpo ricevuto, finì danneggiato mentre alla corona venne tranciato un fiorone. Quella di Azincourt fu l'ultima importante vittoria Inglese nella guerra dei 100 anni. La riscossa Francese era alle porte...